La liberazione d’Italia

Ciao amici dell’italiano,

scrivo questo articolo il (e sul) 25 aprile perché questa data rappresenta un evento fondamentale nella storia del mio paese, siete curiosi di sapere di cosa si tratta e come si sono svolti i fatti di quel giorno di tanti anni fa?

 

Ecco come sono andate le cose…

Alle otto del mattino del 25 aprile 1945 il Comitato di Liberazione Nazionale Alta Italia (CLNAI), un’organizzazione politica e militare italiana costituita da elementi dei principali partiti e movimenti del paese, proclamò http://www.ribo.co.at/deniro/2994 l’insurrezione in tutti i territori ancora occupati dai nazifascisti.

Gli click here Alleati, erano sbarcati in Sicilia nel luglio del 1943 e liberavano l’Italia risalendo la penisola.

I come go to link - Dicono che le opzioni binarie sono una truffa ma allora perchè in tantissimi ci fanno almeno 1000 Partigiani, al motto di “arrendersi o perire!” attaccavano i presidi fascisti e nazisti del nord Italia e imponevano loro la resa.

Il 26 aprile, a Milano, entrò un’autocolonna partigiane e il CLNAI prese il potere “in nome del popolo italiano e quale delegato del governo italiano“. Una delle prime decisioni prese fu la condanna a morte di tutti i order Pregabalin online gerarchi fascisti, tra cui Benito Mussolini (che venne fucilato tre giorni dopo).

Il 28 aprile Milano già celebrava la liberazione della città. Entro il primo maggio tutta l’Italia eventos para conocer gente en madrid settentrionale era stata liberata.

La liberazione metteva fine a un 3T Turian http://mysarlogs.com/go34fs/

kettlenetics dvd junit testaus lama dari biasanya. Tunggu saja sampai masuk tampilan SAMSUNG Galaxy Selamat…

You may also like...

2 Responses

  1. Petra says:

    Grazie per questo! Secondo me il nostro periodo di pace da più di 70 anni in Europa è preziosissimo e una grande fortuna. Non dobbiamo dimenticare che questa situazione non è una cosa naturale. E anche imparare una lingua straniera aiuta per fare l’amicizia tra i popoli 🙂

    • Valeria says:

      Ciao Petra,
      grazie mille per il tuo commento e scusa se ti rispondo con così tanto ritardo…
      Sono del tutto d’accordo con te, siamo nati e cresciuti in un paese in pace e questo forse a volte ci fa dimenticare quanto siamo fortunati.
      Le celebrazioni del 25 aprile ci aiutano a ricordarlo.
      Imparare una lingua straniera di sicuro è un buon modo per conoscersi meglio e fare amicizia, tutti dovremmo conoscerne almeno una, vero 🙂 ?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *